Navigazione veloce

Insegnami a volare per il crowdfunding civico

Il corso di scrittura d’immaginazione tenuto dalla prof.ssa Pozzi nel corso di questo e dello scorso anno scolastico si è concluso con l’edizione di un libro intitolato “Insegnami a volare”. Undici gli autori, sei studentesse e cinque ex studenti del Lussana (attuali 4C, 5B, 5C, 5G ed ex 5C e 5F). Il libro è ambientato durante l’assedio di Sarajevo, negli anni Novanta, e per scriverlo i ragazzi sono partiti da una parola: conflitto. Perché ogni storia è fatta innanzitutto di conflitti, che nel libro rivestono un’importanza fondamentale, sia per il suo contesto sia per la diversità di cultura dei vari personaggi. Ma come dovrebbe far intuire il titolo, gli autori hanno voluto mostrare come la diversità possa essere un valore, e hanno voluto dare un messaggio di positività pur in un contesto di guerra. Ogni studente ha dato vita a un personaggio, per cui il libro è il risultato di tante voci e vicende che si intrecciano. Naturalmente, la loro non è che una finestra su un mondo, quello di Sarajevo, lontano da noi e difficile da comprendere, soprattutto perché la guerra di cui si parla non appartiene che a chi l’ha vissuta di persona. Quindi, un’altra parola: pudore.

Chiunque voglia comprare una copia di “Insegnami a volare” al prezzo di 10€, puó richiederne una durante la serata di presentazione degli spettacoli teatrali il 3 giugno all’Auditorium di Bergamo, e il 5 giugno all’evento organizzato per il Crowdfunding civico. Il ricavato sarà usato interamente per la realizzazione del nuovo auditorium.

 

20190601_183926_HDR

Questo articolo è stato letto 41 volte

Non è possibile inserire commenti.