Ultima modifica: 9 Giugno 2020
Liceo Scientifico Statale "Filippo Lussana" di Bergamo > News > Concorso “Dimmi cosa vedi” Bergamo per i Giovani promuove una Call For Papers

Concorso “Dimmi cosa vedi” Bergamo per i Giovani promuove una Call For Papers

Bergamo per i Giovani promuove una Call For Papers aperta a tutte le ragazze e i ragazzi che abitano a Bergamo e Provincia, compresi fra i 14 e 19 anni.

Bergamo per i Giovani promuove una Call For Papers aperta a tutte le ragazze e i ragazzi che abitano a Bergamo e Provincia, compresi fra i 14 e 19 anni.

Raccontare i tragici mesi della pandemia Covid-19 a Bergamo e Provincia, rielaborare attraverso la scrittura o mediante la creazione di manufatti artistici e multimediali il proprio vissuto personale, nei lunghi mesi di isolamento forzato, è la proposta che il Comune di Bergamo lancia ai giovani bergamaschi, compresi fra i 14 e i 19 anni.

l progetto coinvolge Comune di Bergamo, Consorzio Solco Città Aperta e HG80 Impresa Sociale,  in collaborazione con la Redazione di 4G, composta dalle redazioni dei giornali scolastici Quinto Piano (Lussana), 1993 (Falcone), Cassandra (Sarpi) e The Mask (Mascheroni) e  la Redazione di Odissea Online.

Attraverso la Call si vuole raccogliere la preziosa testimonianza dei giovani intorno a quattro categorie tematiche, legate all’emergenza COVID-19, mediante la creazione di

  • elaborati scritti (temi, poesie, riflessioni critiche, esperienze vissute, racconti, interviste, ecc.);
  • elaborati artistici e multimediali (fotografie, disegni, grafiche, fumetti, vignette, video, canzoni, ecc.).

I temi, le modalità di iscrizione, i premi e altre importanti informazioni si possono reperire al seguente indirizzo: https://www.ecodibergamo.it/eventi/eppen/dettaglio/extra/bergamo/dimmi-cosa-vedi_145280/

Informazioni

email: info@giovani.bg.it,
Telefono : 035.399656

Organizzatore

Comune di Bergamo – Piazza Matteotti 3, Bergamo –


CONCORSO PANDEMIA

CONCORSO PANDEMIA
Filename : concorso-pandemia.docx (70 KB)
Download : 7

                                                                                                   

CONCORSO PANDEMIA

Questo articolo è stato letto 261 volte